• Un blog fuori dall'ordinario per essere sempre informati
    su trend e novità tecnologiche

    A cura di Stefano Abbate
  • 26.2.13
    Ovvero come le dimensioni dello schermo influiscono sulla produttività

    Qualche anno di esperienza di lavoro a stretto contatto con schermi di diverso tipo (un tempo i vecchi tubi catodici CRT, ora gli LCD, LED e gli OLED) e di diverse dimensioni, sono stati utili per constatare come effettivamente la produttività dell'individuo vari. In particolare, i vecchi CRT avevano il grande problema di far stancare e danneggiare gli occhi a causa del fascio di elettroni emessi che veniva assorbito dallo schermo solo in parte. Al contrario, i nuovi schermi LED o OLED, non stancano così tanto gli occhi perchè ogni piccola parte dello schermo emette luce propria.

    Ma veniamo alle dimensioni degli schermi. Per chi lavora al PC ogni giorno sarebbe consigliabile un monitor da 24 pollici con cui è possibile, ad esempio, mantenere due documenti aperti e visibili contemporaneamente sullo schermo, uno accanto all'altro. Spesso le ultime schede video dispongono di più di un'uscita video per collegare più monitor. Due monitor significa un raddoppio della scrivania virtuale su cui una persona può lavorare, con evidenti vantaggi. La configurazione che prevede l'utilizzo di due schermi viene detta dual monitor oppure desktop esteso. Studi di vario tipo (Dell, Microsoft, NEC) hanno dimostrato come gli utenti che utilizzano più schermi siano più creativi, rilassati, meno stressati e in grado di lavorare in un ambiente più ordinato.

    L'avvento di smartphone e tablet ci ha dato la possibilità di lavorare virtualmente ovunque, ma bisogna fare attenzione: il costo della mobilità si paga con l'usabilità. Gli schermi sono tascabili, ma forse sin troppo piccoli e si interagisce quasi sempre via touchscreen. Sono sicuro che ciascuno di voi scriva molto più volentieri con una tastiera reale piuttosto che con una tastiera virtuale su schermo...

    Vorrei concludere questo articolo con un mio pensiero personale: la durata di utilizzo di un dispositivo (sia esso un PC, smartphone, notebook, tablet) è inversamente proporzionale alle dimensioni del suo schermo. In altre parole, più lo schermo è piccolo, meno tempo l'utente sarà disposto ad utilizzare quel dispositivo. Voi cosa ne pensate? Vi ritrovate in questa affermazione?

    Sono presenti 0 commenti

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa